Marco Grusovin

Soci ordinari
Si è laureato in filosofia (indirizzo teoretico) nel 1989 presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano con una tesi sul rabbino goriziano Isacco Samuele Reggio (1784-1855) e l’Illuminismo ebraico. Dal 1990 al 1997 è stato Cultore della materia presso la cattedra di Storia della filosofia della stessa università e ha tenuto seminari di storia del pensiero ebraico moderno per studenti e dottorandi. Dal 1992 al 1995 è stato Visiting Graduate Student e Research Student presso la Hebrew University di Gerusalemme con borse di studio del Ministero degli affari esteri e della stessa Università ebraica. Qui ha approfondito la conoscenza della lingua e della filosofia ebraica sotto la direzione del prof. Paul R. Mendes-Flohr. Nel 1995 è stato Professore invitato di Filosofia della conoscenza presso Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme. Rientrato in Italia, dall’anno accademico 1996/97 ad oggi è Professore invitato di Storia della filosofia moderna, Storia della filosofia contemporanea e Teoria della conoscenza presso lo Studio Teologico Interdiocesano di Gorizia, Trieste e Udine (affiliato alla Facoltà Teologica del Triveneto) nonché responsabile della Biblioteca. Dal 2002 è anche docente di Filosofia della conoscenza ed ebraico biblico presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose (ISSR) di Udine. Dal 2003 al 2010 è stato Presidente dell’Istituto per gli incontri culturali mitteleuropei (ICM) di Gorizia, ed è socio ordinario di diverse istituzioni con cui collabora, fra cui: l’Istituto di Storia Sociale e Religiosa di Gorizia, l’ Istituto Pio Paschini per la storia della Chiesa in Friuli, l’Associazione italiana per lo studio del Giudaismo (AISG). È stato direttore della rivista Kadmos e membro del consiglio di redazione di Nuova Iniziativa Isontina e Per la filosofia: filosofia e insegnamento. Attualmente è membro del consiglio di redazione della rivista Studia Patavina. Si è occupato in particolare di storia delle idee e di storia del pensiero ebraico in età moderna e contemporanea concentrandosi su alcune figure chiave dell’illuminismo ebraico italiano quali Isacco Samuele Reggio, Samuel David Luzzatto, Samuel Vita Lolli, Benedetto Frizzi e studiando i rapporti tra la cultura filosofico-religiosa cristiana ed ebraica.