Claudio Lorenzini

Soci corrispondenti
Claudio Lorenzini (1973) si è addottorato in Storia: culture e strutture delle aree di frontiera presso l’Università degli Studi di Udine (XVII ciclo) con la tesi Scambi di frontiere. Comunità di villaggio, mercanti e risorse forestali nell’alta Valle del Tagliamento fra la seconda metà del Sei e la fine del Settecento, discussa nell’a.a. 2004-2005. I suoi interessi di ricerca sono legati all’antropologia storica, alla storia sociale ed economica, in particolare dell’area alpina.
Nel 1999 ha fatto parte del gruppo di studio regionale per il Censimento dei santuari cristiani in Italia, iniziativa promossa dall’École française de Rome, e sostenuta dall’Istituto Pio Paschini. Da quell’esperienza sono maturati alcuni saggi, fra i quali Per una definizione di santuario. Raveo, 1625 e dintorni (in «Metodi e ricerche», n.s., 27, 2008, 2, pp. 151-170) e Tra conventi e santuari. Nuove forme di apostolato (secoli XVI-XVIII) (in Frati Minori in Friuli. Otto secoli di presenze, relazioni, proposte, a cura di Andrea Tilatti, Vicenza, Lief, 2008, pp. 145-191).
Fra le sue ultime pubblicazioni: Giovanni Gortani. Archeologo, storico, letterato, a cura di Marina Di Ronco, Claudio Lorenzini, Gloria Vannacci Lunazzi, Atti della giornata di studio nella ricorrenza dei cent’anni dalla morte, Arta Terme, 6 aprile 2013 («Quaderni dell’Associazione della Carnia Amici dei Musei e dell’Arte», n. 18-19, 2013-2014); la cura editoriale degli scritti storici ed etnografici di Giorgio Ferigo (Le cifre, le anime. Scritti di storia della popolazione e della mobilità in Carnia, 2010; Morbida facta pecus… Scritti di antropologia storica della Carnia, 2012; entrambi editi da Forum, Udine).