La Bibie

È l’Avvento del 1997 quando gli Arcivescovi di Udine Alfredo Battisti, e di Gorizia Antonio Vitale Bommarco, e il Vescovo di Concordia-Pordenone, Sennen Corrà, presentano La Bibie, l’edizione delle Sacre Scritture in lingua friulana in un unico volume, dopo l’autorizzazione per la pubblicazione da parte della presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, a firma del cardinale Camillo Ruini. L’opera, edita dall’Istituto Pio Paschini, raccoglie la traduzione del testo biblico operata dal genio letterario inconfondibile di pre Antoni Beline, coadiuvato da una commissione teologica e operativa, il quale con una lingua ad un tempo asciutta e poetica, antica e vicina, abituale e musicale rende nella sonorità della marilenghe la Parola eterna di Dio. Un’impresa incomparabile nella storia della Chiesa del Friuli di alto valore culturale e pastorale. Come osservava nella Presentazione mons. Duilio Corgnali, allora Vicario Episcopale per la Cultura, si tratta di un’opera decisiva per la storia religiosa del popolo friulano: in essa il nostro popolo, infatti, può rileggere il proprio cammino di fatica e di speranza nella prospettiva della fede. Il volume delle Scritture in lingua friulana è anche un tentativo riuscito di opposizione alla cultura massificante che livella le diversità e disprezza le identità meno appariscenti. Lo Spirito della Pentecoste, piuttosto, spinge all’annuncio delle opere di Dio nelle lingue degli uomini e si oppone ad ogni appiattimento centralizzante che calpesta le tipicità e che soffoca le tradizioni linguistiche e culturali minori.
Proclamare una pagina dell’Antico o del Nuovo Testamento o cantare un salmo in marilenghe o semplicemente soffermarsi su un testo per la meditazione personale significa lasciare che non soltanto il senso delle parole venga recepito dalla mente, ma come affermava il grande Girolamo, esperto di traduzione, anche l’ordo verborum, la forma linguistica, si stampi nel cuore e negli affetti, come lingua conosciuta e al contempo inedita, lingua della casa e della quotidianità, e pur sempre capace di esprimere la perenne novità di Dio «vignût a stâ framieç di nô» (Zn 1,14).

Scheda libro

titolo: La Bibie
luogo di pubblicazione: Udine
anno di pubblicazione: 1997, 1999
formato: cm 21,5 x 15
pagine: 2606
immagini: b/n
prezzo: - (volume esaurito)