Matteo Venier

Soci ordinari
Ottenuto il Diploma di Maturità classica presso il Liceo Classico «Jacopo Stellini» e il diploma in organo e composizione organistica presso il Conservatorio «Jacopo Tomadini», ha conseguito la Laurea in Lettere presso l’Università di Padova (1991), e, successivamente, due titoli di dottore di ricerca – il primo presso l’Università di Firenze, il secondo presso l’Università di Udine.
È docente di italiano e latino presso il Liceo “Percoto” di Udine; membro della Consulta scientifica dell’Ente Nazionale “Francesco Petrarca” (Padova); socio corrispondente dell’Accademia Udinese di Scienze, Lettere ed Arti; Segretario di redazione della rivista «Studi Petrarcheschi»; è stato docente incaricato di “Filologia dei testi italiani” e di “Letteratura italiana del Rinascimento” presso l’Università di Udine e di Trieste.
I suoi contributi vertono su argomenti di carattere letterario e filologico. Fra essi la monografia Per storia del testo di Virgilio nella prima età del libro a stampa (Udine 2001); l’edizione critica della traduzione di Leonardo Bruni del Gorgias di Platone, pubblicata nell’ambito della “Edizione nazionale delle traduzioni dei testi greci in età umanistica e rinascimentale” (Firenze 2011); alcune voci dedicate a umanisti e letterati friulani, pubblicate nel secondo volume del Nuovo Liruti. Dizionario biografico dei friulani (Udine 2009); il saggio Guarnerio e i libri degli umanisti, compreso nel volume I libri dei Patriarchi, a cura di C. Scalon (Udine 2013); il saggio Dante in Friuli: nota storico-bibliografica, pubblicato nell’edizione anastatica del Dante Guarneriano, a cura di A. Floramo (Udine 2014). Ha di recente curato l’antologia Amaltheae favilla domus, dedicata ai letterati della famiglia Amalteo (Pordenone, Accademia San Marco, 2016, attualmente in c. di s.).